Sei un Dentista?

Scopri come essere visibile su questa e su altre directory

Dr. Michele Roberto Boccasini

Dr. Michele Roberto Boccasini

Via Polesine, 10 - 74121 TARANTO

Tel: 099 7328080  

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Massimo Orefice

Dr. Massimo Orefice

Via Lavigna , 67 - 74016 MASSAFRA

Cel: 3474884785

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Cosimo Andrisano

Dr. Cosimo Andrisano

via Schiavoni Armira, 9 - 74024 MANDURIA

Tel: 0999465507 - 3341807836 Cel: Per emergenze 329 3757883

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dentista Taranto → pillole di odontoiatria

Quali sono i vantaggi di un trattamento di Implantologia?

• La scarsa invasività dell’intervento.
La metodica è transmucosa, con l’esecuzione di piccoli fori, e un trauma molto ridotto per i tessuti molli. Nell’implantologia classica, invece, si pratica sezione, scollamento e sutura delle gengive, con il formarsi d’inevitabili edemi ed ematomi.

• Tempi operatori ridotti.
Grazie allo studio pre-operatorio ed alla precisione della dima chirurgica il dentista è in grado di operare con più sicurezza e velocità.

• Rapido posizionamento della protesi.
In questo modo si va incontro alle esigenze del paziente, dandogli la possibilità di tornare in tempi rapidi a coltivare serenamente la propria vita sociale e lavorativa.

Prima di procedere a un qualsiasi trattamento implantare endosseo, computer guidato o meno, è necessario eseguire un meticoloso studio preoperatorio, che si compone di:

• anamnesi dettagliata,
• esame obiettivo approfondito,
• indagini strumentali specifiche.

Tutto ciò serve per escludere la presenza di controindicazioni al trattamento prescelto.

Tra le controindicazioni le più importanti sono:
• Scarsa igiene orale.

Una grande presenza batterica aumenta il rischio d’infiammazione gengivale ed ossea.

• Assunzione di bifosfonati.
Farmaci che rimangono a lungo all’interno del tessuto osseo, aumentando il rischio di necrosi post-operatoria.

• Diabete malcompensato.
La possibile presenza di complicanze circolatorie periferiche è una controindicazione assoluta a qualsiasi intervento.

• Terapia radiante in atto a livello dei mascellari.
Prima dell’impianto è meglio aspettare un anno dalla fine della terapia.

Esistono, inoltre, dei requisiti specifici che un paziente deve possedere per poter essere sottoposto a un intervento di C.G.I. Questi sono una buona apertura della bocca e la presenza di gengiva aderente.

Siti di Odontoiatria

www.dentistaodontoiatrafrosinone.it

www.dentista-laspezia.it
Trova con un semplice click la lista dettagliata degli studi dentistici e odontoiatrici che si trovano nella città della Spezia.

La carie ... un problema sempre più diffuso

Quali sono i vantaggi per i pazienti? L’educazione all’igiene del cavo orale dovrebbe far parte del bagaglio educativo donato ai bambini fin dalla più tenera età perché proprio la scarsa igiene rappresenta la causa più importante nella formazione delle carie. Sono in troppi ancora a pensare che una semplice carie sia un problema minore, eppure sottovalutarla significa avere sicuramente patologie molto più gravi in futuro.

Le principali cause

Una carie allo stadio iniziale offre una tipologia di intervento facile e veloce, spesso basta una pulizia dei denti professionale, proprio per questo la visita periodica dal dentista si rivela necessaria. Tre sono le cause principali della formazione cariosa. Vediamoli in dettaglio: il primo è rappresentato dagli agenti patogeni all’interno della bocca (streptococco mutans e lactobacillus acidophylus) che si sviluppano a causa di un ambiente acido. La corretta alimentazione può fare molto per evitarli; i dolcificanti, soprattutto lo zucchero bianco, bevande dolcificate, pane bianco, dolci, concorrono ad abbassare il ph portandolo da 7,2-7,3 a 5,5-5,6. In questo modo l’acidità innesca subito il processo cariogeno. Poco più di una settimana è il tempo necessario perché una carie si formi. Quindi se le abitudini alimentari sbagliate sono costanti, è chiaro che si consolida il pericolo di rovinare i denti. Si crea una vera e propria staffetta dei batteri patogeni: gli streptococchi scavano il dente con micro perforazioni e i lactobacilli vi si insinuano e producono la carie. La saliva, se prodotta in quantità opportuna, costituisce un’importante barriera difensiva per i denti. In caso di soggetti anziani, o terapie mediche prolungate, questa potrebbe diminuire, lasciando campo libero agli attacchi batterici. La scelta dei prodotti alimentari dovrebbe cadere su alimenti tra l’altro più salutari per il resto del corpo, non solo per i denti: preferire pane integrale al pane bianco, usare zucchero integrale anziché raffinato e bianco. L’uso di drink dolci (ad esempio coca-cola) distribuiti anche nelle scuole attraverso le macchine automatiche e consumati dai bambini in quantità industriali, di sicuro non costituisce un’abitudine sana. I bambini devono essere educati a spazzolare i denti dopo ogni pasto principale e almeno una volta al giorno, grandi e piccini, dovrebbero usare filo interdentale e colluttorio (meglio se la sera prima di andare a dormire). Non abusare però dell’uso del colluttorio che è un vero e proprio medicinale. Se la carie si è ormai formata, oggi è possibile intervenire evitando la classica fresa. Ultrasuoni e laser sono a disposizione di molti studi dentistici e consentono un intervento diretto sulla carie, risparmiando le parti sane. Per la scelta degli strumenti di pulizia meglio chiedere consiglio al proprio dentista che saprà valutare quali sono quelli più indicati in base allo stato dei denti.

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei un Dentista? Per la tua pubblicità scrivi a: staff@dentisti-italia.it